Trademarks, Brands, Patents, Designs, Made in Italy, Copyrights, Competition Law, Contracts and Enforcement

23 ottobre 2007

La Guerra dell'Auto prosegue

Lorenzo Litta

Mentre a Roma viene scoperta una Mitsubishi di inizio anni '90 camuffata come Ferrari F355 gialla e si grida allo scandalo nei vari telegiornali, in Cina è stata ufficialmente presentata la "Great Wall Peri", la Grande Muraglia. Non ci sono riferimenti alla monumentale sfilata di Fendi di sabato scorso, nel quale il celebre FF disegnato da Karl Lagerfeld quarant'anni fa ha troneggiato su una delle "Nuove sette meraviglie del mondo" (orgoglio italiano alla conquista della Cina, FF gialli su toni neri, la sfilata è stata vista in diretta da oltre trecento milioni di cinesi!!!). La "Great Wall" è apparentemente la fotocopia della Panda, solo è cinese. Una contraffazione "bella e buona", una copia pedissequa, a mio personale parere per qualunque utilizzatore, informato e non. La FIAT sembrerebbe essersi mobilitata per far valere i propri diritti. Eppure non tutti sono d'accordo, anzi. L'Avvocato Angelini per esempio sostiene non Vi sia contraffazione...Voi cosa ne pensate?

3 commenti:

MB ha detto...

Evidentemente l'Avvocato Angelini non capisce molto di auto...

Anonimo ha detto...

A dire il vero non si tratta di capirne di auto (il parametro corretto non è quello di esperto di auto, ma di utilizzatore informato) ma di valutare in maniera diversa l'ambito di applicazione delle norme vigenti. Sotto quale aspetto di diritto, non di ingegneria automobilistica, ci sarebbe contraffazione? Solo perchè vi sono delle vaghe somiglianze tra le forme delle due vetture ci sarebbe contraffazione? E siamo proprio sicuri che quella "forma" sia proprio "nuova"? E siamo sicuri che queste "forme" abbiano carattere individuale?
Ad ogni modo, a mio parere la questione è un'altra: la protezione dei diritti di PI è importante, ma non ci si può aggrappare a (presunti) diritti di PI per rimediare alla mancanza di competitività sempre crescente dell'industria italiana.
FA

Blogmaster ha detto...

Great Wall: "La Peri non è copiata dalla Panda"
Le affermazioni sembrano abbastanza discutibili, ma tant’è: Great Wall prosegue per la sua strada, respingendo le lagnanze di Fiat. Secondo il portavoce del gruppo cinese, Shang Yugui, “Il j’accuse di Fiat è senza fondamento, noi non ci fermeremo. Bisogna inoltre considerare che la Peri ha richiesto un corposo investimento, pari a tre anni di studi e oltre 300 milioni di yuan (circa 40 milioni di dollari).”
Ricordiamo che Fiat ha dato inizio ad una procedura legale contro la Great Wall sia in Cina che in Europa in relazione alla Peri.