Trademarks, Brands, Patents, Designs, Made in Italy, Copyrights, Competition Law, Contracts and Enforcement

06 novembre 2007

Tarzan si perde nella giungla dell’UAMI…per il momento

Stefano Sandri & Sergio Rizzo

Gli eredi dello scrittore Edgar Rice Burroughs stanno cercando in tutti i modi di ottenere la registrazione come marchio del celebre urlo di Tarzan, in particolare nella versione di Johnny Weissmuller. Il fine, ovviamente, è quello di ottenere un diritto esclusivo perenne sul celebre urlo e percepire ricchi compensi per l’uso dello stesso in videogiochi, melodie per cellulari, ecc. Il primo tentativo, purtroppo per loro, si è scontrato con la rigida giurisprudenza dell’UAMI, che ha rigettato la domanda di registrazione del marchio comunitario nº 3 661 329 per la mancanza del requisito della riproducibilità grafica del segno (uno dei due requisiti legali fondamentali, insieme alla capacità distintiva, perché si possa parlare di marchio). La domanda di registrazione, depositata l’11 Febbraio 2004, riproduceva il marchio sonoro in questione mediante le due immagini qui rappresentate. La prima immagine rappresenta l’onda sonora prodotta dall’urlo, mentre la seconda pretende riprodurre il suono mediante uno spettrogramma, che descrive graficamente l'intensità di un suono in funzione del tempo e della frequenza. Le due immagini erano accompagnate da una descrizione verbale, che spiegava che si trattava del tipico urlo di Tarzan, composto da cinque distinte fasi. Ma la 4° Commissione di Ricorso (27 settembre 2007 - R 708/2006-4) applicando restrittivamente il precedente SHIELD della CDG ha detto NO (difetto di sufficiente rappresentazione grafica). Il testo integrale della decisione, insieme ad un commento di SERGIO RIZZO e di STEFANO SANDRI, con amplissima bibliografia, in www.marchiocomunitario.it, 14/2007, di prossimo aggiornamento. In effetti utilizzando il sistema e-filing (che consente la trasmissione del file vocale) Tarzan e compagni ci hanno riprovato con miglior fortuna in quanto, questa volta, la domanda è stata accettata.

1 commento:

Frédéric ha detto...

Si prega di vedere anche un altro articolo (in francese) su questo argomento :

(voir également à propos de cette affaire :)

http://tinyurl.com/2tzhgn